educazione, creatività, soggettività degli adolescenti

«Sarebbe quanto mai opportuno che la scuola e la famiglia attrezzassero un’area proprio educativa, in cui si confrontassero non sull’apprendimento e non sulla trasmissione dei valori, ma proprio sull’educazione, su cosa voglia dire sostenere degli adolescenti nella realizzazione dei loro compiti di sviluppo, facilitando la creatività, la soggettività».
Gustavo Pietropolli Charmet