educazione, creatività, soggettività degli adolescenti

«Sarebbe quanto mai opportuno che la scuola e la famiglia attrezzassero un’area proprio educativa, in cui si confrontassero non sull’apprendimento e non sulla trasmissione dei valori, ma proprio sull’educazione, su cosa voglia dire sostenere degli adolescenti nella realizzazione dei loro compiti di sviluppo, facilitando la creatività, la soggettività».
Gustavo Pietropolli Charmet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo

Chiudi