Digressioni

“Aiuto, sto cambiando” disse il ghiaccio
“Sto diventando acqua, come faccio?
Acqua che fugge nel suo gocciolìo!
Ci sono gocce, non ci sono io!”.

Ma il sole disse: “Calma i tuoi pensieri.
Il mondo cambia, sotto i raggi miei:
tu tieniti ben stretto a ciò che eri
e poi lasciati andare a ciò che sei”.

Quel ghiaccio diventò un fiume d’argento
non ebbe più paura di cambiare
e un giorno disse: “Il sale che io sento
mi dice che sto diventando mare.
E mare sia. Perché ho capito, adesso,
non cambio in qualcos’altro, ma in me stesso”.

Bruno Tognolini, Filastrocca dei mutamenti

 

L’essenza dell’umanità si sviluppa solo nella tranquillità. Senza di essa, l’amore perde ogni forza della sua verità e della sua benedizione. L’irrequietezza è in sostanza figlia della sofferenza sensuale o di voglie sensuali; è figlia o della cattiva miseria o dell’ancor più cattivo egoismo. In tutti casi però è la madre della crudeltà.

Il momento dell’imparare non è il momento del giudicare.

L’occhio vuole vedere, l’orecchio vuole sentire, il piede vuole camminare e la mano vuole afferrare. Ma, allo stesso modo, anche il cuore vuole credere e amare. Lo spirito vuole pensare. In ogni talento della natura umana c’è un impulso di elevarsi dallo stato della propria carenza e goffaggine verso la forza formata, che senza educazione è solo un seme della forza e non appare in noi come forza.

Le persone intorno a noi riconoscono che noi con le nostre azioni poniamo come obiettivo dei nostri sforzi non il vostro intelletto e non la vostra arte, bensì la vostra umanità. … Con le mie azioni cerco elevazione della natura umana al più alto, al più divino – cerco la sua elevazione tramite l’amore, e riconosco solo nella sua sacra forza le fondamenta per l’educazione del mio genere a tutto il divino, a tutto l’eterno, che è insito nella sua natura. Rispetto tutti i talenti dello spirito e dell’arte e della conoscenza che sono nella mia natura, solo per i mezzi del cuore e del suo divino elevamento all’amore. Solo nell’elevamento dell’uomo riconosco la possibilità della formazione del nostro genere stesso all’umanità. L’amore è l’unico, l’eterno fondamento dell’istruzione della nostra natura all’umanità.

Johann Heinrich Pestalozzi (1746-1827)

Il biopic su Pestalozzi Pestalozzis Berg, regia di Peter von Gunten (1989) con Gian Maria Volontè

Johann Heinrich Pestalozzi

Il nostro mondo è stato lacerato ed ha ora bisogno di essere ricostruito

Se v’è per l’umanità una speranza di salvezza e di aiuto, questo aiuto non potrà venire che dal bambino, perché in lui si costruisce l’uomo

Maria Montessori

La casa dei bambini

«Non esiste il Metodo Montessori! Esiste la vita!»

«Oltre all’urgenza in quanto genitori, siamo mossi anche da spinte più profonde. Crediamo infatti che la Scuola sia la roccia solida su cui costruire il futuro dei bambini quali persone felici, serene, competenti. Donne e uomini sani che saranno la trama e l’ordito con cui la società del futuro tesserà sé stessa. In questo senso vediamo l’Educazione come unica Rivoluzione possibile. Per questo la nostra proposta, che parte da un gruppo di padri e madri, si espande e si apre a tutta la società civile, non solo a chi è genitore nel 2016.Vogliamo dunque unire quelle persone che sentono forte dentro di sé il richiamo a dare ai propri figli un’educazione diversa, più attenta ai bisogni della tenera età, in un contesto di campagna, in cui il bambino possa crescere e imparare con piacere, in modo indipendente e responsabile. Vogliamo promuovere e sostenere un’idea forte di infanzia, dei suoi diritti, delle sue potenzialità, creando spazi che possano incoraggiare i bambini ad esprimere la curiosità, l’immaginazione, la ricerca, la logica, le emozioni e la creatività».

Claudia e Silvia

il coraggio di una educazione libera

http://www.viaggiareconlentezza.com/2016/12/scuola-libertaria-cercasi-insegnante.html

l’offerta formativa